lunedì 29 dicembre 2008

Un sogno lungo un giorno




Adorabile Kyra, ti scrivo perchè sento che ho bisogno di condividere con qualcuno questo momento. Una storia d'amore, una storia o un sogno non sò.

Me ne stavo seduta sulla spiaggia bianca, guardavo le conchiglie, quelle che ti fanno sentire il mare, ero sola, di quella solitudine, che un po' ti intimorisce, il sole sorrideva, mi si era avvicinata una di quelle donne colorate, con denti bianchissimi voleva farmi delle treccine, acconsentii per farne qualcuna, ero contenta di avere un po' di compagnia... A qualche metro da me, una barca.. scendevano dei ragazzi grandi, forse degli "uomini", ridevano nel rumore del mare.. mi passarono accanto, e per istinto abbassai gli occhi,ero imbarazzata, di stare lì con la donna che mi stava facendo la decima treccina, ero imbarazzata forse per quel mio vestito bianco trasparente che faceva intravedere i seni.. l'ultimo ragazzo passò guardandomi negli occhi per un istante lunghissimo. A pochi passi c'era un piccolo posto, di quelli che non potresti definire bar nè ristoranti, era un "posto" dove arrivavano pescatori, e Jo li salutava calorosamente, prendeva il pesce e lo cuoceva per loro..a volte per me. I ragazzi erano lì aspettavano di mangiare e intanto li sentivo parlare, con voci squillanti. Volevo mangiare, ma non ora, non i mezzo a quegli sguardi... troppo timida... aspettai.. le treccine, mi tenevano scoperto il viso, quasi le maledii.. C'era rimasto solo un ragazzo, decisi di andare... Non era particolarmente bello, era come il sole, brillava, di vita. Era vicino a me, Jo con un gran sorriso ci portò l'ultima cosa che aveva:"la conch salad"... Vi conoscete? domandò.. e io rimasi, senza nessuna parola da dire... Questo è Pablo, Chiara.

Passeggiammo lungo quella spiaggia senza tempo, con poche parole, ci incuriosì trovare dei denti di squalo.. diceva che portano coraggio e fortuna. Poi arrivò la sera la luna si specchiava, nel mare mandando riflessi magici, c'era quel chiarore particolare che solo notti come quella può dare. Un brivido, forse il freddo, forse la perdita della cognizione del tempo. Mi abbracciò, sentii le sue labbra appoggiate alla mia guancia per un bacio lieve, un bacio che non chiedeva niente e nello stesso momento chiedeva l'eternità.Desideravo, desideravo sentire il suo corpo sul mio.. sentire il suo respiro tra i miei capelli. Facemmo l'amore sulla sabbia, con la luna che illuminava i nostri desideri, quasi in silenzio solo il rumore del mare e dei nostri respiri, che si facevano via via più affannosi, movimenti ancora morbidi ma sempre piu' decisi, e il piacere che arrivò come un onda gigantesca che si infrange, e porta quiete.. Un tuffo nel mare, così senza paura, io che sono cielo.. lui che è acqua... correre verso quella casa bianca sulla spiaggia.. addormentarsi così, come se tutto fosse li, se l'infinito ci avesse parlato quella notte. La mattina mi sveglio e lui non c'è...corro sulla sabbia arrivo da Jo, chiedo di Pablo con il cuore in gola, dice: "è partito all'alba.." Ma chi è? Jo, mi guarda e ha capito, dice:" Si fa chiamare Pablo, passa qui un paio di volte all'anno" . Ritorno a casa, sul comodino trovo, un piccolo scorpione d'argento, e un foglietto stroppicciato, pieno di sabbia con scritto: "sei stata la sirena dei miei sogni".



Scusa per qualche virgola in piu' ... o qualche puntino in più.. spero dolce Chiara che assomigliasse un pò a questo:


9 commenti:

Maurizio ha detto...

Storia splendida, che sia realtà o che sia sogno... e poi resta sempre il dilemma tra limite tra sogno e realtà....
Buon 2009.
A presto

Samantha ha detto...

Chiara avrà sicuramente qualcosa che porterà sempre con sè..ricordi,immagini,odori,sapori ed emozioni anche se di una notte,si di una sola notte! Ad alcuni potrà sembrare banale che tali effimere emozioni possano lasciare una traccia profonda nell'immaginario di una donna..
Ma se Chiara ha sentito il bisogno di raccontare e di fissare nero su bianco queste emozioni..allora significa che è valsa la pena viverle!

kyra ha detto...

Ciao Maurizio e Samantha, già ho formato una coppia ;-)...

M'è sembrato molto reale, anche se in un atmosfera da sogno. Credo che Chiara, lo potrà ritrovare, il suo principe del mare...anche se ci sono storie perfette di un giorno, perchè il tempo è infinito e relativo...

Per il 2009, vi auguro, di avere sempre la capacità di sognare, e di fare della vostra realtà un sogno...

Samantha ha detto...

Grazie Kyra,accolgo con piacere il tuo augurio! Auguri anche a te cara amica di tastiera,per un 2009 sereno e perchè no..ricco di sogni.
PS:mica male fare coppia con il falco eh? ; )

Miranda ha detto...

Buon anno! ...auguriamoci di avere la fortuna di vivere istanti così intensi... un abbraccio

Anonimo ha detto...

Vorrei lasciare in una donna un ricordo come questo, sensuale, erotico ed indefinito. Complimenti!

JP

AmosGitai ha detto...

Augurandoti un felice e sereno 2009 ti invito a votare i CINEMAeVIAGGI AWARDS 2008: scegli tu i migliori film ed interpreti del 2008!!!

Wilma ha detto...

Che bel messaggio di fine anno Kyra! Induce speranza...
Buon 2009.

Anonimo ha detto...

Con le tue parole, hai reso magica una realtà, che sembrava un sogno